Linea automatica Weinig produzione profili

Impianto per la produzione di profili Weining
Dati informativi sulla materia prima
Dimensioni delle tavole in ingresso:
lunghezza mm 1500 – 6000
spessore mm 10 – 100
larghezza mm 40 – 200
Capacità produttiva
Velocità max della scorniciatrice Weinig HB23 : 120 m/min
Numero max di pacchetti imballati : 5 al minuto
Con tavole standard da mm 38x150 mt 4,00 in 400 minuti/giorno, è possibile
produrre piallati non impacchettati per mtlin 36.000 alla velocità media di 90 m/min,
pari a mc 205,200 in un turno di 8 ore.
Con tavole standard da mm 22x125 mt 4,00 in 400 minuti/giorno, è possibile
produrre piallati non impacchettati per mtlin 44.000 alla velocità media di 110
m/min, pari a mc 121,000 in un turno di 8 ore.
Personale necessario all’impianto
- n 1 addetto al carico e scarico dei pacchi con carrello elevatore
- n 1 addetto alla selezione delle tavole all’ingresso della linea
. n 1 addetto alla selezione dei piallati prodotti dopo la scorniciatrice.
Descrizione del ciclo produttivo dell’impianto 
I pacchi di tavole già essiccate al 14-18 %, eventualmente anche listellate, vengono
posati in numero max di 3 pacchi alla volta sui catenoni del decatastatore di
ingresso.
I pacchi vengono sollevati, ribaltati e decatastati su comando dell’operatore.
Eventuali listelli cadono su un tappeto sottostante e raccolti in un una cassa di
raccolta.
Le tavole, controllate ed eventualmente ribaltate o scartate, possono procedere
direttamente verso la stazione di ingresso automatico alla scorniciatrice oppure
possono essere deviate verso il refendino autocentrante Primultini 1100, con
avanzamento fino a 75 m/min, con sei rulli azionati idraulicamente.
Le tavole sdoppiate vengono inviate alla stazione di ingresso automatico alla
scorniciatrice Hydromatic 22 B della WEINIG a nove alberi con velocità di
avanzamento di 120 metri al minuto.
In uscita, le tavole piallate e profilate passano attraverso una stazione di selezione
della qualità.
Qui un collaudatore opera a vista con un comando a leva, selezionando una
qualità A e una B che andranno impacchettate ed una qualità C che viene fatta
cadere su un carrello mobile.
Le tavole di qualità C possono essere successivamente ottimizzate scartando i difetti
e riclassificate A o B con lunghezza inferiore.
Le tavole di qualità A e B vanno in apposite stazioni di accatastamento.
Raggiunto il numero predeterminato vengono guidate alla stazione di
impacchettamento con film estensibile, e poi trasferite agli accatastatori automatici
della qualità A e B
I pacchi prodotti vengono opportunamente ricoperti con un film plastico ed
etichettati.

Immagini